Fai spazio a una bella notizia! (Prima domenica di Quaresima)


Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1, 12-15)

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Per riflettere

Questo tempo “forte” della quaresima rimette immediatamente al centro del nostro cammino un desiderio, una richiesta antica e sempre viva: “Fammi conoscere Signore le tue vie, insegnami i tuoi sentieri” (salmo 25). Per quali vie e per quali luoghi il Signore ci vuole portare? 
“Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto”. Cosa strana che quello Spirito santo che si posa su Gesù nel momento del suo Battesimo ora lo spinga non sulle strade affollate, ma nel deserto. Anche Gesù ha bisogno di deserto! Ha bisogno di deserto per scoprire l’essenziale della propria vita e missione, ha bisogno del silenzio per imparare a riconoscere le voci e le parole buone, che fanno crescere e maturare da quelle che possono apparire più seducenti (come quella di Satana) ma che in realtà non portano da nessuna parte. Ha bisogno di un tempo di digiuno per imparare a distinguere tra i “cibi” buoni e che fanno vivere, e i “cibi” velenosi, così come ha bisogno di solitudine per aprire gli occhi sulle relazioni belle ricche di amore e di accoglienza e quelle interessate, con pretese egoistiche.
Allora ripartiamo dal deserto anche noi…come dice M. Mengoni, parti da quel luogo in cui piangi in silenzio e scopri davvero chi sei… prenditi un po’ di tempo di silenzio, di solitudine, scegli un luogo “segreto”ne uscirai “più vivo” che mai. Perché oltre tutte le tentazioni e le maschere che fronteggi nella tua vita, e che ti spingono a volere e a vivere la vita di un altro…tu possa sentire l’unica voce necessaria che ti dice che sei Figlio di Dio e fedelmente amato, tu possa scoprire il nutrimento della Parola che esce dalla bocca di Dio che dà vita, tu possa vivere nell’unica relazione che dà senso a tutte le altre, quella con il tuo Creatore e Signore. 
Questo è il tempo compiuto, maturo, opportuno per credere al Vangelo, alla Bella Notizia che sei tu, quando ti specchi in Gesù.

Fra Luigi Loricchio ofm, Fraternità “Tre Compagni”




Commenti

Post popolari in questo blog

Mercoledì delle Ceneri

Alzati e Cammina

TrasfigurAzione! (Seconda domenica di Quaresima)