Post

Benvenuto

Alzati e Cammina

Ciao,
forse ti sei imbattuto su questa pagina casualmente oppure qualcuno ti ha chiesto di visitarla. 
Forse ti starai chiedendo di che cosa si tratta.
Non avere la pretesa di sapere tutto e subito, anche noi siamo sulla stessa strada...unisciti a noi: alzati e cammina!
Alzati! 
Sei il protagonista della tua vita. I giorni che stai vivendo possono essere contraddittori, pieni di gioia e dubbi, incertezze e sogni, speranze e delusioni. 
Stai in piedi, vivi in pienezza. Vivi davvero. 
Cammina! 
Non fermarti al fondo di un fallimento, dentro ad una ferita, tu sei sempre di più. 
Uscire, mettersi in ricerca, incontrare, condividere sono il segreto di chi vuole mettersi in cammino. 
E' bello camminare perché non si è soli, si ha una meta da seguire. 
Vieni con noi: alzati e cammina! 

L'equipe di PG

Giornata diocesana dei Giovani 2018

Immagine
Un appuntamento imperdibile quello del 9 Giugno.
Un pomeriggio insieme tra testimonianze, esperienze, preghiera e condivisione! Un pomeriggio pensato e animato dai giovani per i giovani con una testimonianza di due ragazzi di "Nuovi Orizzonti", workshop sulle dieci parole del Sinodo, l'incontro con il nostro vescovo Luigi e, a conclusione, uno spettacolo da non perdere in compagnia di fra Adriano. Vieni a rendere speciale questo momento con la tua presenza!

Perché tu vali! (Una chiave - Caparezza)

Immagine
«Non sei capace, non vali proprio niente!» Forse è capitato anche a te di sentirti ripetere più volte questa ingiunzione, ti è stata sbattuta in faccia con la leggerezza di una piuma eppure a te è arrivata con la forza di un pugno. Forse anche tu l’hai ripetuta a te stesso costantemente, come fosse una giaculatoria, un loop di una canzone senza fine. Per molti diventa pane quotidiano. È lo spettro che si ripresenta ogni volta che compare un sogno, ogni volta che nasce un desiderio, ogni qual volta è richiesto di esporsi, non per andare su un palco ma per dire una parola, per pronunciare un parere, solo per dire che sì, esisti anche tu. Tante volte ci portiamo sulle spalle le aspettative degli altri… di amici che ci vorrebbero in un certo modo, di genitori che, spesso involontariamente, proiettano sogni e progetti su di noi (tante volte quegli stessi sogni che loro non sono riusciti a sognare fino in fondo), di una società che ci richiede di essere efficienti e produttivi altrimenti non …

Sai che c'è un Sinodo dei Giovani???

Immagine
Video di presentazione del Sinodo, realizzato per gli incontri nelle scuole di secondo grado (rielaborazione materiale CEI . giovani.chiesacattolica.it).

X 1000 strade

Immagine
La diocesi di Lamezia Terme assieme alla Consulta Regionale di PG, sta organizzando un pellegrinaggio che ci vede tutti protagonisti...
Papa Francesco ci attende tutti a Roma l1-12 agosto.
Vieni anche tu!!!
Non Mancare...



Contatti giovani@diocesidilameziaterme.it

La corsa del mattino di Pasqua! (domenica di Pasqua)

Immagine
Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 20, 1-9) Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro.  Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro.Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.  Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

Per …

Silenzio e attesa! (Sabato Santo)

Immagine
Per riflettere... Oggi è un giorno particolare, non si sa bene cosa fare, anche perché il nostro pensiero è ormai tutto rivolto alla domenica di Pasqua! Eppure non è solo un giorno di passaggio. Pensa ai discepoli, cosa avranno fatto? Forse nella disperazione per la morte del loro Maestro qualcuno si sarà ricordato delle sue parole: “Verrò ancora e mi vedrete”, forse qualcuno pur nell’evidenza della morte avrà sperato e atteso… Sì, perché oggi è il giorno dell’attesa! Se entri in una chiesa la troverai completamente spoglia, niente fiori né luci né tovaglia sull’altare… è un giorno di grande silenzio, tutta la terra è come sospesa! Oggi non si celebra l’Eucaristia, il sepolcro è chiuso da una grande pietra, un masso enorme ha sigillato il Vivente! Quale pietra che è in me sigilla il sepolcro? Come le donne la mattina di Pasqua mi chiedo: Chi rotolerà via la pietra che ingombra il mio cuore? È difficile fare silenzio dentro e fuori, ma forse oggi pur tra le tante cose posso ritagliarmi …

Un abbraccio aperto sul mondo! (Venerdì Santo)

Immagine
Dal Vangelo secondo Giovanni (leggi tutto il brano Gv 18,1- 19,42) In quel tempo, Gesù uscì con i suoi discepoli al di là del torrente Cèdron, dove c’era un giardino, nel quale entrò con i suoi discepoli. Anche Giuda, il traditore, conosceva quel luogo, perché Gesù spesso si era trovato là con i suoi discepoli. Giuda dunque vi andò, dopo aver preso un gruppo di soldati e alcune guardie fornite dai capi dei sacerdoti e dai farisei, con lanterne, fiaccole e armi. Gesù allora, sapendo tutto quello che doveva accadergli, si fece innanzi e disse loro: «Chi cercate?». Gli risposero: «Gesù, il Nazareno». Disse loro Gesù: «Sono io!». Vi era con loro anche Giuda, il traditore. Appena disse loro «Sono io», indietreggiarono e caddero a terra.  Domandò loro di nuovo: «Chi cercate?». Risposero: «Gesù, il Nazareno». Gesù replicò: «Vi ho detto: sono io. Se dunque cercate me, lasciate che questi se ne vadano», perché si compisse la parola che egli aveva detto: «Non ho perduto nessuno di quelli che mi h…