Silenzio e attesa! (Sabato Santo)


Per riflettere...
Oggi è un giorno particolare, non si sa bene cosa fare, anche perché il nostro pensiero è ormai tutto rivolto alla domenica di Pasqua! Eppure non è solo un giorno di passaggio. Pensa ai discepoli, cosa avranno fatto? Forse nella disperazione per la morte del loro Maestro qualcuno si sarà ricordato delle sue parole: “Verrò ancora e mi vedrete”, forse qualcuno pur nell’evidenza della morte avrà sperato e atteso… Sì, perché oggi è il giorno dell’attesa! Se entri in una chiesa la troverai completamente spoglia, niente fiori né luci né tovaglia sull’altare… è un giorno di grande silenzio, tutta la terra è come sospesa! Oggi non si celebra l’Eucaristia, il sepolcro è chiuso da una grande pietra, un masso enorme ha sigillato il Vivente! Quale pietra che è in me sigilla il sepolcro? Come le donne la mattina di Pasqua mi chiedo: Chi rotolerà via la pietra che ingombra il mio cuore?
È difficile fare silenzio dentro e fuori, ma forse oggi pur tra le tante cose posso ritagliarmi un po’ di tempo per attendere la Sua salvezza.
I Padri della Chiesa dicono che oggi il Signore scende negli Inferi per salvare tutta l’umanità che era in attesa e afferra il primo uomo, Adamo, e la prima donna, Eva, riprendendoli con sé! Il Signore scende fino in fondo al nostro buio e ci prende per mano, ci tira fuori e ci fa risalire. È un respiro, è libertà, è la Pasqua! Questo avviene anche per te, oggi!
Maria S., La Tenda del Magnificat

Puoi pregare, se vuoi, con il Salmo 138 (139): “Signore tu mi scruti”, e con la Lettera ai Romani (8,35-39): “Chi ci separerà dall’amore di Cristo?”, sapendo che ormai non c’è nulla che possa allontanarti da Lui!

Sabato Santo

Commenti

Post popolari in questo blog

Mercoledì delle Ceneri

TrasfigurAzione! (Seconda domenica di Quaresima)

Perché tu vali! (Una chiave - Caparezza)